Responsabile scientifico

Sono nato nel 1975 a Sezze, in provincia di Latina e da sempre vivo a Sabaudia, città incantevole incastonata tra le spiagge dorate del Parco nazionale del Circeo e la sua foresta planiziaria. Mi sono sempre interessato a ciò che mi accadeva intorno, cercando di comprenderne le ragioni e l'evoluzione. Dopo un passato da sportivo, decido di iscrivermi prima alla facoltà di giurisprudenza de La Sapienza, dove resto per tre anni conseguendo buoni risultati in termini di esami condotti, salvo poi decidere di dedicarmi alla sociologia e ai temi che essa tratta. Mi laureo quindi in sociologia con lode, con una tesi in metodologia delle scienze sociali e decido di proseguire per passione i miei studi fino a conseguire un dottorato di ricerca all'Università di Firenze con una tesi sulle migrazioni internazionali e uno studio di caso empirico sulla comunità sikh pontina che ho realizzato attraverso un'esperienza di osservazione partecipata. Mi sono infatti infiltrato nelle campagne pontine lavorando come bracciante tra i braccianti indiani, sotto caporale indiano e padrone italiano ed ho seguito per diversi mesi un trafficante di esseri umani indiano in Punjab (India), indagagando modalità e interessi a fondamento del sistema di tratta internazionale a scopo di sfruttamento lavorativo che caratterizza parte di questo flusso migratorio. Al mio curriculum aggiungo un master di II livello in Peacekeeping & Security Studies all'Università RomaTre e un diploma di Specializzazione in cooperazione allo sviluppo a Bruxelles.

Collaboro con varie riviste scientifiche che si occupano di studi migratori e con numerose testate giornalistiche (L'Espresso, Il Manifesto, Articolo21, Il Venerdì).

Sono autore di numerosi saggi scientifici pubblicati su riviste nazionali e internazionali a partire dalla collettanea Migranti e diritti del Centro Studi Tempi Moderni e La Quinta Mafia (RadiciFuture)- Ho inoltre collaborato a vari documentari sui temi delle migrazioni (VisitIndia e The Harvest). Ho recentemente pubblicato saggi sul tema del grave sfruttamento lavorativo nelle campagne italiane, sul caporalato e sulla tratta internazionale a scopo di sfruttamento lavorativo per Cambridge e Rooutledge India.

Collaboro inoltre come docente al Master “Immigrazione. Fenomeni migratori e trasformazioni sociali” dell'Università Cà Foscari di Venezia. al corso di alta formazione dell'università di Pisa e sono formatore Amnesty. Partecipo a numerosi seminari universitari riguardanti il tema delle migrazioni, della criminalità organizzata e dei profughi ambientali. Ho avuto l'onore di organizzare azioni di protesta dei braccianti indiani in provicnia di Latina contro caporalato e sfruttamento sino all'occupazione simbolica di aziende agricole che hanno condotto allo sciopero del 18 aprile del 2016 con circa 4000 braccianti indiani scesi in piazza della Libertà a Latina per chiedere migliori condizioni di lavoro e maggiori diritti. Con loro e la cooperativa In Migrazione abbiamo organizzato presidi di legalità innovativi come il Centro Bella farnia e presentato oltre 120 denunce contro caporali indiani, padroni italiani e trafficanti di esseri umani. Con la coop. In Migrazione ci siamo costitutiti parte civile in alcuni processi nati da quelle denunce. Questa per me è la sociologia, ossia la capacità di comprendere in un processo continuo e aperto, processi assai complessi, evitando qualunque banalizzazione, e nel contempo immaginare e progettare percorsi di contrasto e riemersione contro ogni forma di violenza e sfruttamento. Su questa strada mi piace camminare e qui spero di continuare a vivere.


Abeedeen Fasasi

Mediatore culturale

Maicol Gregoris

Operatore dell'accoglienza

Nino Ginnetti

Psicologo e psicoterapeuta

Aminy Yassuf

Mediatore culturale

Caroline Santoro

Insegnante italiano L2

Vai all'archivio